Project Description

Attrazioni turistiche

In nessun altro posto al mondo troverete un intreccio così stretto tra la dimensione urbana e quella contadina, tra i divertimenti sportivi e gli stimoli culturali come a Innsbruck. Il capoluogo del Tirolo e i suoi dintorni offrono al visitatore infinite opportunità per organizzare la propria vacanza in modo attivo oppure rilassante e non finiscono mai di stupire, grazie allo charme tipico del Tirolo e alla ricchezza di tradizioni plurisecolari.

Musei

Agli amanti della cultura Innsbruck offre numerosi musei.
Il Tiroler Landesmuseum, istituito nel 1823, è noto anche come Ferdinandeum. Ospita sette collezioni permanenti e varie temporanee, presentate in quattro lingue (tedesco, inglese, italiano e francese). Dal maggio 1999 il Museum im Zeughaus (Museo dell’Arsenale) si propone come museo della storia della civiltà del Tirolo. Il visitatore si addentra nei “capitoli” cronologici in cui è articolato il museo, ammirando reperti caratteristici della regione dell’Antico Tirolo. Il Museum Goldenes Dachl (Museo del Tettuccio d’Oro) sorge in onore dell’Imperatore Massimiliano I (1459 – 1519), una delle principali personalità storiche europee. A Innsbruck, sua città prediletta, egli lasciò numerose tracce di sé, come il Tettuccio d’Oro che è ormai divenuto il simbolo della città. Su terreno storico, il Bergisel, dove nel 1809 ebbe luogo la battaglia decisiva dell’insurrezione tirolese guidata da Andreas Hofer, oggi sorge il Kaiserjägermuseum (Museo dei Cacciatori Imperiali). Sulla parete occidentale troneggia il dipinto originale che ritrae Andreas Hofer, opera del famoso pittore tirolese Franz Defregger.

Castelli, fortezze e monasteri

Innsbruck è una città ricchissima di tesori storici e culturali e vanta un passato di oltre 800 anni.
Nel 1919 la proprietà del complesso dell’Hofburg, il palazzo imperiale, passò dal demanio asburgico allo Stato austriaco. Il museo che vi è ospitato, dotato di attrezzature per l’accesso ai disabili, comprende 27 stanze degli appartamenti imperiali privati e di rappresentanza siti al secondo piano dell’ala orientale. Tra le attività museali figurano consulenze scientifiche, la redazione di pubblicazioni, progetti di restauro, visite guidate in quattro lingue e offerte pedagogico-museali per ragazzi. Il Castello di Ambras, che domina dall’alto la città di Innsbruck, è una delle principali attrazioni del capoluogo del Tirolo. La sua valenza storico-culturale è inscindibilmente legata alla figura dell’Arciduca Ferdinando II (1529-1595), vero mecenate della vita artistica e scientifica dell’epoca rinascimentale. L’edificio barocco del Duomo di S. Giacomo è stato eretto tra il 1717 e il 1724 là dove sorgeva una chiesa più antica, di epoca gotica. L’altare ospita il famoso quadro di Maria Ausiliatrice, opera di Lukas Cranach il Vecchio. Il sepolcro dell’Arciduca Massimiliano III, soprannominato il Deutschmeister, ad opera di Caspar Gras risale al 1620. L’abbazia premostratense di Wilten si trova ai piedi del Bergisel. La zona risultava già colonizzata nel periodo della cultura dei campi di urne (ca. 1000 a.C.). I romani stabilirono una propria colonia e la fortificazione di “Veldidena” all’incirca là dove attualmente sorge l’abbazia. Attorno al 565 in una cronaca di viaggio viene citata la presenza in questo sito di una chiesa dedicata a S. Lorenzo (Laurentiuskirche). La Cappella di corte di Innsbruck (nota anche come chiesa degli “uomini neri”) con il monumento funebre dell’Imperatore Massimiliano I è il più importante cenotafio imperiale d’Europa. Nel 1502, ossia oltre 500 anni fa, l’Imperatore Massimiliano I incaricò il proprio pittore di corte, il bavarese Gilg Sesselschreiber, dei preparativi per l’allestimento del più imponente monumento funebre figurativo d’occidente.

Architettura moderna

La nuova struttura del trampolino olimpico,  terminata nel 2001, e le gare del torneo internazionale dei Quattro Trampolini fanno dello stadio del Bergisel un’attrattiva turistica e sportiva di prim’ordine. Non esistono altri luoghi al mondo dove lo spazio urbano si trovi a così stretto contatto con la montagna selvaggia: grazie alla nuova funivia della Nordkette è ora possibile spostarsi in soli 20 minuti dal centro di Innsbruck fino a stazioni montane di alta quota. Le corse hanno inizio a 560 m di altitudine nelle immediate vicinanze del centro storico di Innsbruck, con i suoi edifici storici e il famoso Tettuccio d’Oro. Ideata e progettata dall’archistar Zaha Hadid, già artefice nel 2001 del progetto per il nuovo trampolino olimpico, la funicolare che porta alla Hungerburg con le sue particolarissime stazioni è un’opera di riferimento per la moderna architettura.

I Mondi di Cristallo Swarovski

Un Gigante dalla cui bocca sgorga acqua e che attira magicamente il visitatore al suo interno, dove ad attenderlo troverà fantasmagoriche Sale delle Meraviglie pronte ad accendergli la fantasia. Negli ultimi dodici anni questo luogo incantato è diventato un’icona nota in tutto il mondo e visitata, fino ad oggi, da oltre 7 milioni di turisti. I Mondi di Cristallo Swarovski.

Lo zoo alpino

di Innsbruck

L’ALPENZOO è lo zoo più alto d’Europa (750m di altitudine)!
Oltre 2.000 esemplari di 150 specie diverse invitano il visitatore a un’emozionante esperienza nel regno animale dell’arco alpino. La particolarità di questo zoo consiste nella rappresentazione delle forme di vita alpine nel contesto attuale e nel corso della storia. Questo zoo tematico è unico al mondo nel suo genere: nei suoi recinti e nelle sue voliere, così come nell’acquario e negli spazi aperti presenta una collezione completa degli animali dell’ambiente alpino europeo.

Portale del Turismo locale di Innsbruck